Finalmente Macro!

Prima di tutto un saluto a tutti i miei affezionatissimi; mi scuso per la latitanza ma ormai da mesi mi sono un po’ “infognato” con la progettazione (e spero realizzazione a breve) di un Acquario degno di nota.

“Finalmente Macro” perché quelle foto che consideravo tali fino a poco tempo fa’, in realtà, tecnicamente non lo erano: per foto macro si intende un’immagine che occupa sul sensore almeno lo spazio che occupa nella realtà; più semplicemente: su di un sensore come il mio (24×16 mm) se fotografando una porzione di un righello/metro si visualizzano lungo il lato più lungo  da 24 mm in giù è una foto macro. Con un po’ d elasticità c’è chi considera macro anche un’immagine dove si visualizzano (es.) 48 mm (al massimo, sul sensore 24 mm).

Dopo circa due settimane che ho ricevuto i tubi di prolunga * e il treppiedi nuovo, sono riuscito oggi a trovare mi sono preso di prepotenza 10 min per una prova come si deve, entusiasmato dalla prima fioritura di un piccolo cactus acquistato sabato scorso.

Tubi di prolunga: accessorio da montare tra il corpo macchina e l’obiettivo, in modo da chiudere l’angolo di visualizzazione “ingrandendo” l’immagine; inoltre si ha la possibilità di avvicinarsi molto al soggetto, diminuisce anche la profondità di campo. A breve farò alcune prove con i tubi, combinandoli a turno con entrambi i miei obiettivi, sperimentando tutte le 14 combinazioni, riportando immagini e dati di scatto in un articolino sul blog su questo accessorio che sostituisce in parte un obiettivo macro spendendo un po’ meno.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: